LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE DI PREFETTURE E QUESTURE, STANZIATE RISORSE IN LEGGE DI BILANCIO, MA ORA SERVONO CHIAREZZA E CERTEZZE!


Roma 23 Dicembre 2021. Nella giornata di ieri 22 dicembre è stato approvato un emendamento alla legge di bilancio che rifinanzia per il 2022 con ulteriori 20 milioni di euro la misura contenuta nel decreto legge 34 articolo 103 comma 23 e prevedendo la possibilità di un periodo complessivo di 18 mesi dei rapporti di lavoro dei somministrati impiegati, per gli obiettivi contenuti nella legge, nelle Prefetture e nelle Questure. Riteniamo che tale intervento vada nella direzione auspicata dalle OO.SS e conseguentemente, con le risorse stanziate, si possa applicare quanto comunicato dal Ministero dell'Interno alle OO.SS, di una prima proroga generalizzata per tutti per i primi tre mesi dell'anno; si richiede una certezza di percorso anche al fine di mettere le lavoratrici e i lavoratori nella condizione di avere una certezza di continuità lavorativa in quanto i rapporti di lavoro scadono il 31 dicembre 2021. Inoltre va fatta chiarezza anche per le lavoratrici e i lavoratori di Emas, anche impiegati nelle commissioni territoriali. La misura prevista in legge di bilancio è comunque un'altra misura emergenziale che viene rifinanziata con meno risorse del 2021 e non risponde in termini strutturali all'esigenza di personale che la gestione del fenomeno immigrazione richiederebbe. Riteniamo di conseguenza urgente fare chiarezza nei prossimi giorni sulle proroghe di tutti i rapporti di lavoro e a gennaio svolgere i necessari confronti per la continuità occupazionale e soluzioni strutturali.


Share: